Storia

 

Videoclip "La storia dei Buio Pesto"

 

I Buio Pesto sono la più grande e divertente band dialettale ligure degli ultimi 20 anni. Dal 1995 ad oggi hanno venduto 86.000 dischi (Disco d’Oro alla carriera), hanno eseguito 800 concerti, per un pubblico di oltre 1.250.000 di persone e raccogliendo 200.000 euro per beneficenza.

 

I dieci album pubblicati: Belinlandia, Cosmolandia, Colombo,Paganini, Basilico Palanche, Liguria, Pesto, Zeneize e Buio Pesto, si sono piazzati nei primi otto posti della classifica di vendita in Liguria degli ultimi 20 anni e quarti assoluti nella storia della musica genovese. Il gruppo è formato da Massimo Morini (voce e tastiere), Davide Ageno (chitarra), Danilo Straulino (batteria), Nino Cancilla (basso), Gianni Casella (voce), Federica Saba (voce), Giorgia Vassallo (voce), Maurizio Borzone (violino e tastiere), Massimo Bosso (cori), il quale è anche produttore e autore dei testi. Ma lo staff dei Buio Pesto conta 30 persone, indispensabili per l’organizzazione della band. La storia dei Buio Pesto inizia nel 1983, ma nel 1995 conosce una svolta importante con la decisione di cantare in dialetto genovese.

A Giugno esce “Belinlandia”, che contiene 14 brani inediti, tra i quali uno scritto da Bruno Lauzi e uno da Pucci dei Trilli, e due duetti con Lauzi e i Ricchi e Poveri. Poche settimane dopo il CD diventa un successo regionale. La Sony Music mette sotto contratto i Buio Pesto e ripubblica “Belinlandia” in tutta Italia con l’aggiunta di 4 nuovi brani. Ad oggi questo primo album ha venduto 6.500 copie.
Cominciano i concerti: il “Belinlandia Tour 95” conta 16 date, il “Mia un po’ che Tour 96” ne conta 18. Nel giugno 96 la Piaggio incarica la band di comporre l’inno internazionale della Vespa che viene pubblicato per tutti i Vespa Club del Mondo. Nello stesso anno è la volta della sigla del “Derby del Martedì” che i Buio Pesto cantano insieme ai calciatori del Genoa e della Sampdoria. L’incredibile vicenda si ripete anche nei 3 anni successivi e i Buio Pesto aprono, allo stadio di Marassi, il Derby del Cuore. Diventa tradizione l’appuntamento primaverile al Teatro cantero di Chiavari, che si ripeterà per 4 anni, coinvolgendo in una serie di duetti Piero Parodi, Sandro Giacobbe e i New Trolls. Il “Basilico tour 97” conta 23 date.

Il secondo CD “Cosmolandia” viene pubblicato nel giugno 1998, venderà in totale 3.000 copie e conta 15 brani, tra i quali due inediti: “Cosmolandia”, cantato in coppia con Franco Malerba, il primo astronauta italiano volato nello spazio per la NASA nel 92, ed “E.T.” in coppia con Fortunato Zanfretta, il metronotte che dal 1978 in poi ebbe molti presunti incontri con gli extra-terrestri. Dopo le 11 date del “Cosmolandia Tour 98”, il 26 marzo 1999 i Buio Pesto volano a New York per uno storico concerto per i Liguri nel Mondo, e per girare il video di E.T.

Il 19 Dicembre 1999 lo Space Shuttle Discovery decolla da Cape Canaveral portando a bordo il CD Cosmolandia, che diventa così il primo CD Italiano a volare nello spazio. I Buio Pesto si recano alla NASA per assistere al lancio nello spazio del loro CD. Dopo aver partecipato, grazie a quest’impresa, a molte trasmissioni televisive nazionali, viene pubblicato il primo libro con tutti i testi delle canzoni tradotte anche in Italiano e nasce l’”E.T. Tour 99”, che conta 18 date, il cui successo vale il Premio Regionale Ligure, consegnato ai Buio Pesto il 20 Settembre al Teatro Carlo Felice.
A giugno 2000 esce “Colombo” il terzo album. Contiene 18 brani, di cui 10 nuovi, un duetto con Sandro Giacobbe, uno con Piero Parodi. Il CD è subito un altro grande successo e il “Colombo Tour 2000”, che conta 17 date, si chiude a Recco con il record di presenze: oltre 4.000 persone. Colombo, ad oggi, vanta 5.000 copie vendute.
Il “Zeneize Tour 2001”, conta 26 date, più 7 come ospiti, vede un pubblico di 46.000 persone e si chiude al Teatro Carlo Felice di Genova, il primo Ottobre, con il record di 2.200 paganti. In quell’occasione trionfale i Buio Pesto duettano con Francesco Baccini e Massimo Di Cataldo. L’ultimo appuntamento dell’anno è in piazza a Savona, per il concerto di Capodanno, con 8.000 persone presenti.
Dopo l’uscita in edicola di “Zeneize”, la prima raccolta di successi dei precedenti album, che vende in un mese 6.000 copie, a giugno 2002 esce “Paganini”, il quarto album. Contiene 16 brani, di cui 8 nuovi, e vende in totale 8.000 copie. Il “Paganini Tour 2002” diventa la tournèe più grande della storia dei Buio Pesto. Con 49 appuntamenti (42 concerti e 7 ospitate) batte ogni record, raccogliendo ben 95.000 persone di pubblico. Come tradizione si chiude al Carlo Felice, il 7 ottobre, con il tutto esaurito, e con un memorabile duetto con il rapper romano Piotta.
Al concerto di Capodanno 2003 a Savona ci sono 15.000 persone. E’ il record di presenze ad un concerto dei Buio Pesto. Il “Belin che Tour 2003” vede 40 date con un affluenza di oltre 80.000 persone, e si conclude il 4 Settembre con il grande concerto benefico allo stadio di “Luigi Ferraris” di Genova con oltre 7.000 paganti. L’evento rappresenta il raggiungimento di due nuovi traguardi: mai nessun concerto di gruppi dialettali liguri era stato realizzato in uno stadio della propria regione e nessun artista ligure aveva mai suonato allo Stadio di Marassi. Questo fa entrare i Buio Pesto nella storia musicale della Liguria.
A giugno 2004 esce “Basilico”, che contiene 20 canzoni e che in meno di tre mesi diventa l’album che batte ogni record, con oltre 12.000 copie vendute, mantenendosi primo assoluto nella classifica di vendite in Liguria per 10 settimane consecutive. L’album contiene anche un duetto con Elio e le Storie Tese. Il “Basilico Tour 2004” di 47 date raccoglie 93.000 persone, e si chiude con un doppio evento benefico per il progetto “Ambulanza Verde”: al Mazda Palace a Genova, con ospite il vincitore del 54° Festival di Sanremo Marco Masini, e allo Stadio Chittolina di Vado Ligure (Savona), con ospite Rocco Tanica, il tastierista del gruppo Elio e le Storie Tese. L’operazione ha permesso l’acquisto e la donazione di un automedica di soccorso per il 118 della provincia di Genova. con più di 15.000 spettatori nelle oltre 400 proiezioni in 18 cinema, il sito internet è stato visitato da 70.000 navigatori ed è stato censito da oltre 7.000 siti internet. Si può parlare di piccolo kolossal: 250 attori in scena, 450 collaboratori, 41.000 comparse, 60 giorni di riprese, 4.000 ore di lavorazione, 98 scene, 70 location, 23 ospiti d’onore. Il film viene candidato al Premio David di Donatello in tutte le categorie, e presentato ai Festival di Berlino e di Cannes. I diritti TV vengono acquisiti da Canal Jimmy, della piattaforma satellitare SKY, che lo mette in onda in prima serata dal 4 al 10 Novembre 2005, riscuotendo un altissimo indice d’ascolto.
A dicembre 2004 esce il doppio DVD.

Il “Rumenta Tour 2005” conta 40 date, raccoglie 91.000 persone, e si conclude nuovamente al Mazda Palace per il consueto evento benefico, che permette l’acquisto e la donazione di due defibrillatori nella provincia di Savona e di Imperia. Gli spettatori presenti sono 6.000 e partecipano alle prime riprese del nuovo film dei Buio Pesto: “Capitan Basilico”. Durante l’evento il Comune di Genova consegna alla band e ai produttori il “Disco d’Oro alla carriera” per aver superato le 50.000 copie vendute. Pochi giorni dopo i Buio Pesto aprono il concerto di Genova di Elio e le Storie Tese. Durante il tour esce il primo DVD, intitolato proprio “Buio Pesto”, che contiene tutte le immagini più significative dal 1983 ad oggi: videoclip, concerti, interviste, trailer e tutte le informazioni sui primi 22 anni di storia musicale della band ligure. Il pubblico che ha seguito i Buio Pesto fino a questo punto supera le 600.000 persone.
In seguito al successo di Invaxön, il canale Jimmy decide di produrre la serie televisiva intitolata “Invaxön (Alieni nello Spazio)”, con i Buio Pesto questa volta protagonisti. Le riprese delle 12 puntate previste vengono terminate a maggio, e contemporaneamente viene ultimato Palanche, il sesto album della band, che esce a Giugno 2006 e che ad oggi ha venduto 8.000 copie, e che balza per 6 settimane in vetta alla classifica di vendite in Liguria, portando a 60.000 le copie vendute in totale. Il tormentone “O Ballo” porta oltre 80.000 spettatori ai concerti del “Palanche Tour 2006”. Alla tradizionale conclusione del Mazda Palace ci sono 5.000 persone, e il numero globale degli spettatori sale a 680.000 (un terzo degli abitanti della Liguria). Per la canzone “Pertini” i Buio Pesto vengono insigniti di una targa al merito dall’”Associazione Sandro Pertini” di Stella.
A Marzo, in occasione del 1° Campionato del Mondo di Pesto i Buio Pesto compongono l’Inno del Pesto, che subito ottiene risonanza nazionale e diventa addirittura oggetto di domande nei quiz televisivi.
Il 1° Aprile inizia su Jimmy la programmazione del telefilm in 12 puntate “Invaxön – Alieni nello Spazio”, ottenendo ottimi ascolti. Alcune puntate partecipano ai maggiori festival televisivi nazionali.
Gli spettatori del “O Ballo Tour 2007” sono nuovamente più di 80.000 e la chiusura del tour per la seconda volta si svolge allo Stadio di Marassi per un totale di 7.000 paganti. Durante il concerto viene girata la prima scena del nuovo film benefico “Capitan Basilico”, e le riprese vanno avanti fino alla fine del 2007.
A Giugno 2008 esce “Liguria”, che contiene duetti con Enrico Ruggeri, Mietta e Simone Cristicchi. Il CD balza nelle prime due settimane al primo posto nella classifica ligure vendendo ad oggi 4.000 copie, e il Liguria Tour 2008 conta ancora Palace, con altri 5.000 spettatori. Le copie vendute sono 70.000.

A Giugno 2013 inizia lo “Zero Euro Tour”, la cui immagine è una grande moneta del valore di zero euro, mostrata in mondovisione da Morini, sempre al Festival di Sanremo, che si conclude con uno storico concerto a Montecarlo, nel Principato di Monaco.
A Giugno 2014 esce “Buio Pesto”, decimo CD che contiene un duetto con Antonio Maggio ed inizia il “Buio Pesto Tour”, la cui immagine è un orologio di 14 ore, che termina al 105 Stadium con ospite Simone Cristicchi. Ad Ottobre vengono insigniti della Medaglia di Rappresentanza del Presidente della Repubblica per la diffusione di canzoni sulla sicurezza stradale, sul lavoro e nelle scuole.

Associazione Buio Pesto e Buio Pesto sas – Via Cavour 34, 16031 Bogliasco (GE) Tel. 010/3471806 – Fax 010/3749447
 www.buiopesto.ge - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Discografia:


1992 - VOGLIO UNA FIDANZATA (Dead Line/Discomagic)
1995 - BELINLANDIA (Grigua/Discolandia)

1996 - BELINLANDIA (Sony Music)


1998 - COSMOLANDIA (Grigua/Discolandia)


2000 - COLOMBO (Grigua/Discolandia)


2001 - ZENEIZE (Grigua/Discolandia)


2002 - PAGANINI (Grigua/Discolandia)
2004 - BASILICO (Grigua/Discolandia)
2006 - PALANCHE (Grigua/Discolandia)
2008 - LIGURIA (Grigua/Discolandia)
2010 - PESTO (Grigua/Discolandia)


2012 - ZENEIZE(Grigua/Discolandia)
2014 - BUIO PESTO (Grigua/Discolandia)

 

 

Massimo Morini

46 anni, è nel gruppo dal 1986. Entrato come tastierista ora ne è il leader e il cantante. Musicista ed arrangiatore professionista dal 1990, ha all'attivo 200 dischi, ha vinto 8 dischi d'oro, ha venduto 2.400.000 copie in tutto il Mondo, è stato 22 volte in classifica ed ha vinto 7 Festival di Sanremo.


Diplomato al conservatorio di Genova, è 15 volte Direttore d'Orchestra del Festival di Sanremo (il più giovane della storia nel 1995, con una vittoria: Antonio Maggio nel 2013 e tre secondi posti: Alina nel 2003, Stefano Centomo nel 2007 e Povia nel 2009) e come Direttore Tecnico ha gestito 147 artisti in 24 edizioni consecutive. Nel 2010 ha ritirato dal Presidente della Regione Liguria il premio alla carriera. E’ stato membro per 5 anni del Comitato Regionale per lo sviluppo del dialetto Ligure.


Vincitore del Festival nel '92 con Luca Barbarossa, nel 2003 con Alexia, nel 2004 con Marco Masini, nel 2010 con Tony Maiello, nel 2011 con Roberto Vecchioni, nel 2012 con Emma e nel 2013 con Antonio Maggio, è stato musicista e ingegnere del suono in 25 tour. Come regista ha firmato due documentari NASA per RAI 3, parecchi videoclip, 6 sigle televisive, il film “Invaxön – Alieni in Liguria” la serie di telefilm “Invaxön - Alieni nello Spazio” i due film “Capitan Basilico”, e i film internazionali “The President’s Staff” e “12 12 12”. Discografico per la CBS/Sony Music dal '90 al '92, produttore ed autore di "Battisti", il primo album dei B-Nario, ha collaborato con Claudio Baglioni, Lucio Battisti, Antonella Ruggiero, Ivano Fossati, Fiorella Mannoia, Anna Oxa, Andrea Bocelli, Riccardo Cocciante, Enrico Ruggeri, Umberto Tozzi, Elio e le Storie Tese, Sabrina Salerno, Vasco Rossi, Ligabue, Bruce Springsteen, Christina Aguilera, Papa Winnie, Lorella Cuccarini, Gianluca Grignani, Riccardo Fogli, Andrea Mingardi, Mia Martini, Loredana Bertè, New Trolls, Sergio Caputo, Nino D’Angelo, Francesco Renga, Simone Cristicchi, Povia, Marco Masini, Massimo di Cataldo, Leda Battisti, Fausto Leali, Giuni Russo, Patty Pravo, Neffa, Piotta, Noemi, DJ Francesco, Paola e Chiara, Mango, Elisa, Michele Zarrillo, Roberto Vecchioni, Emma, Mietta, Gianni Morandi, Matia Bazar e Franco Battiato.

 

I Buio Pesto hanno venduto 86.000 copie dei loro 10 album (più una raccolta) in dialetto genovese e oltre 160.000 se si contano anche le compilation e i dischi in italiano (in 46 pubblicazioni). Grazie a questi numeri i Buio Pesto sono leader assoluti della classifica di vendite degli ultimi 20 anni in Liguria. In 797 esibizioni (657 concerti + 140 partecipazioni ad altri eventi), hanno raccolto un totale di quasi 1.250.000 di persone di pubblico. I proventi raccolti per beneficenza ammontano ad oltre 200.000 euro. I loro 47 videoclip sono stati visualizzati in rete da più di un milione di persone e il loro sito internet ufficiale è stato visitato 1.020.000 volte. Sono presenti in più di 30 tra gruppi e profili su Facebook, per un totale di oltre 40.000 contatti. Hanno recitato (in qualità di protagonisti o co-protagonisti) in 6 film (tutti usciti al cinema e poi teletrasmessi) e 1 serie TV, per un totale approssimativo di circa 5.000.000 di spettatori.


Premi vinti:

1995, 1998, 2004 – Oscar del Mare (La Stampa)

1999 – Premio Regionale Ligure (Regione Liguria)

2005 – Titolo di Ambasciatori del Dialetto Ligure (Consiglio Provinciale di Genova)
2006 – Targa Sandro Pertini (Associazione Sandro Pertini)

2013 – Premio Marzari (A Compagna)

2014 – Premio FIM (Fiera Internazionale della Musica)

2014 – Medaglia del Presidente della Repubblica (Repubblica Italiana)

 

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy